Crea sito

------ Foto della Lancia Thema Coupè Boneschi -------

Alcune foto della Lancia Thema Coupè Boneschi, esaminando le quali appare chiara la non eccessiva felicità stilistica dell' interpretazione che la Carrozzeria Boneschi diede della fortunatissima ammiraglia della Casa Lancia, e che non diede luogo ad alcuna successiva produzione in serie.

L' autovettura era in effetti contraddistinta dall' adozione di soluzioni stilistiche particolari, e la sua linea era appesantita oltremodo da un elevato numero di discutibili orpelli, quali fascioni, spoiler, e alettoni.

Questo stato di cose aveva contribuito a snaturare l' originaria purezza della linea della versione di normale produzione dalla quale derivava, tanto che non raccolse gli entusiasmi degli operatori del settore, ma anzi, svariate critiche.

Una rara immagine della Lancia Thema Coupé Boneschi

La Lancia Thema Coupé Boneschi esposta in un autosalone

-- Foto della Lancia Thema Station Wagon Zagato --

Alcune foto del prototipo della versione Station Wagon della Lancia Thema proposta dalla Zagato, esaminando le quali appaiono evidenti le non eccessive differenze tra tale studio e quello proposto dal Centro Stile della Pininfarina, che venne scelto ufficialmente dagli esponenti della dirigenza di Casa Lancia per dare l' avvio alla produzione in serie. 

In effetti il prototipo presentato dalla Carrozzeria Zagato differiva da quello presentato dalla Carrozzeria Pininfarina principalmente per il diversa foggia del raccordo fra il lunotto, il montante e la finestratura laterale posteriore, mentre il resto della carrozzeria era sostanzialmente simile a quello del prototipo studiato dal Centro Stile della Pinifarina.

Vista laterale della Lancia Thema Station Wagon Zagato

Vista  posteriore  della Lancia Thema Station Wagon Zagato

---- Foto della Lancia Thema 8.32 Station Wagon ----

Ecco alcune foto della rarissima Lancia Thema 8.32 Station Wagon, ossia la versione familiare del cattivissimo modello di punta nella gamma della fortunata ammiraglia di Casa Lancia degli anni 80.

Esaminando le foto appare chiara la sostanziale similitudine stilistica che lega tale particolarissima versione della Lancia Thema Ferrari, che non diede luogo ad alcuna successiva produzione in serie, con il modello della Station Wagon normale. 

Si ha poi notizia di un altro esemplare di Lancia Thema Ferrari station Wagon, di colore nero metallizzato, allestito sulla base della berlina, e aggiornato stilisticamente con il paraurti ed gli accessori dell' ultima versione prodotta, fatto costruire da un preparatore tedesco.

Vista frontale della rarissima Lancia Thema Ferrari Station Wagon

Vista posteriore della rarissima Lancia Thema Ferrari Station Wagon

Vista laterale della rarissima Lancia Thema Ferrari Station Wagon

 Altro particolare esemplare di Lancia Thema 8.32 station

  wagon, fatto allestire in Germania come esemplare unico

-------- Foto della Lancia Thema Coriasco Style --------

Nel corso dei mitici anni 80 l' industria automobilistica italiana attraversò un periodo di non comune e probabilmente irripetibile splendore, sfornando una lunga serie di modelli di successo.

Tutto questo notevole fermento a livello automobilistico favorì anche il risorgere di un fenomeno che era stato una peculiarità del mondo delle quattroruote nell' Italia degli anni 50, ossia il proliferare di una miriade di carrozzerie artigianali che si cimentavano nella rielaborazione di modelli di serie, sfornando modelli rielaborati secondo la loro impronta stilistica.

Una Carrozzeria di impronta artigianale che raggiunse una certa notorietà nel corso di quel magico decennio fu la Carrozzeria Coriasco, già nota per aver prodotto una particolare versione della popolare utilitaria Uno, che aveva riscosso un certo successo a livello commerciale.

Tale carrozzeria si cimentò poi nella rielaborazione stilistica della Lancia Thema, e tale modello venne denominato Lancia Thema "Style"

Ecco una rara foto pubblicitaria di tale modello, che altro non era se non una versione maggiormente rifinita e particolarmente accessoriata del modello di normale produzione della Lancia Thema, che, come del resto le versioni particolari degli altri modelli rielaborati dalla Coriasco, godette di un certo successo commerciale.

Una rara foto pubblicitaria della Lancia Thema Coriasco Style

-------------- Foto della Lancia Thema Scuro --------------

Con tale nome venne battezzata una singolare versione della Lancia Thema berlina 2000 I.e. 8V, concepita per soddisfare le esigenze del mercato tedesco, e differente dalle versioni prodotte per il mercato interno per le rifiniture dell' abitacolo, e la particolare foggia del volante, contraddistinto da un disegno completamente diverso rispetto a qurello che equipaggiava le versioni di normale produzione, e ovviamente per la presenza della targhetta identificativa posta sulla parte destra della mascherina anteriore, recante logicamente la scritta "Scuro".

Ecco un paio di foto di questa rara e singolare versione, che godette di un certo successo presso il paese europeo  feudo da sempre di case automobilistiche quali la BMW e la Mercedes.

 Vista  frontale della  Lancia Thema "Scuro"

Dettaglio della targhetta che identificava il modello

-------------- Foto della Lancia Thema Fairway ------------

Nel marzo dell' anno 1994, allorquando la decennale carriera della fortunata autovettura volgeva verso al termine, debuttò un allestimento speciale della Lancia Thema station wagon, denominato "Fairway".

Il nome di tale versione fu suggerito agli esperti del marketing Lancia in ragione della sua attinenza al mondo del golf, mondo, come e noto, frequentato assiduamente dagli esponenti dell' aristocrazia.

Ancora una volta i pubblicitari dell' epoca fecero tutto il possibile per associare l' immagine della popolarissima ammiraglia di Casa Lancia al patinato modo del Jet-Set.

In effetti il termine "fairway" indica in tale sport quella parte del tracciato accuratamente rasata, che sta fra il punto di partenza di una buca ed il green d'arrivo in cui è posta la bandiera.

"Essere in fairway", recitava all' epoca una pubblicazione riguardante l'omonimo allestimento, "vuol dire poter giocare nelle migliori condizioni, senza impedimenti ed ostacoli. Allo stesso modo viaggiare su una Lancia Thema Station Wagon è proprio un procedere con estrema facilità, al meglio del confort, senza difficoltà alcuna."

La Thema Fairway si distingueva  esternamente dalle altre versioni per il nuovo ed esclusivo colore verde metallescente della carrozzeria, denominato "Polo Green", mentre invece gli interni erano personalizzati tramite l'adozione di un elegante tessuto specifico, contraddistinto dal disegno "Principe di Galles", di colore grigio chiaro. Sulla plancia era applicata una targhetta con la scritta "Fairway".

Realizzata sulla base dell'allestimento LS, senza alcuna variazione di prezzo di listino è disponibile con una dotazione di serie che comprendeva, fra l'altro l' impianto ABS, l' idroguida, il climatizzatore automatico, i cristalli Solarcontrol, il dispositivo cruise control, i cerchi ruota in lega leggera, i pneumatici extraserie, il correttore di assetto dei fari, gli alzacristalli posteriori elettrici, il comando chiusura porte a distanza.

Inoltre, senza alcun ulteriore sovrapprezzo su tale versione venivano inoltre forniti l' airbag lato guidatore e l'antifurto.

I prezzi chiavi in mano per le tre motorizzazioni disponibili (2000 16 V, 2000 turbo 16 V, 2500 turbo diesel) erano compresi tra i 55 ed i 60 milioni delle vecchie lire.

Foto pubblicitaria della Lancia Thema Station Wagon Fairway